Una firma contro gli sgomberi: appello del Movimento lotta per la casa

image_pdfimage_print

Riceviamo e pubblichiamo, ricordando anche la manifestazione indetta dal Movimento per mercoledì 1° aprile alle 18.00 in piazza Tanucci, a due passi dalle nuove ri-occupazioni di via de Romito e di via Slataper.

EMERGENZA CASA: IO STO ‪#‎DALLAPARTEGIUSTA‬!
Appello contro lo sgombero delle case occupate

11.000 case vuote, 100 sfratti al mese e nel mentre 3000 famiglie in attesa di casa popolare: questi i numeri dell’emergenza abitativa oggi a Firenze. In questa situazione, già di per sé drammatica, il Comune, la Prefettura e la Questura decidono di intraprendere un “piano-sgomberi” contro le case occupate, unica soluzione per chi non riesce a permettersi affitti a 1000 euro al mese.

Solo nell’ultimo mese, con gli sgomberi in via Toselli e in via Baracca, 150 persone (bambini, anziani e adulti, uomini e donne, italiani e stranieri) sono stati buttate in mezzo di strada. Evidentemente secondo il parere di chi governa la città è meglio lasciare vuoti edifici di proprietà di grandi privati in disuso da anni e anni per restituirli alla speculazione e all’abbandono, piuttosto che requisirli per renderli case popolari e andare nella direzione di risolvere l’emergenza abitativa.

Come se non bastasse, la Regione Toscana decide di votare in sordina una nuova legge sulla casa che renderà molto più difficile ottenere una casa popolare per chi ne ha bisogno, e molto più facile perderla per chi è riuscito a ottenerla.

Dopo anni di crisi economica chi aveva già un lavoro perde tutele e diritti e chi lo sta cercando non trova davanti a sé altro che precarietà e salari da fame. Il costo della vita aumenta a dismisura, e siamo costretti a subire tagli e privatizzazioni ai servizi pubblici essenziali che dovrebbero garantire una vita dignitosa a tutti (istruzione, sanità, trasporti…).

Oltre al danno, la beffa: le famiglie occupanti stanno subendo da mesi una campagna di criminalizzazione ipocrita e xenofoba, che stigmatizza le occupazioni come “illegalità” e “abusivismo” e l’emergenza abitativa come mero “problema di ordine pubblico”. Questa campagna viene portata avanti da una classe dirigente ormai chiara espressione di interessi mafiosi, che mangia quotidianamente sulla testa della gente, con appalti, mazzette, speculazioni. E’ emblematico che proprio il “Piano-Casa” (che vieta la stipulazione di contratti legali per acqua, luce e gas a chi occupa, e nega loro il diritto alla residenza) sia stato scritto proprio dall’ex ministro Lupi.

Chiediamo che tutte le persone e le organizzazioni politiche, sindacali e sociali che sono #dallapartegiusta sottoscrivano questo appello contro gli sgomberi delle case occupate e contro la campagna di criminalizzazione delle famiglie occupanti, per delle politiche abitative che garantiscano il diritto alla casa per tutti e tutte.

Per sottoscrivere l’appello inviare un’email a lottaxlacasa@gmail.com specificando il nome dell’organizzazione, oppure nome, cognome e “professione” o inviare un messaggio privato a Movimentodilotta PerlacasaFirenze dalla pagina Facebook.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi