Apriti piazza! Debutto di un percorso partecipativo

20170326_111455

Domenica 14 maggio giornata di festa alle Piagge

Quand’è che uno spiazzo diventa una piazza? Basta metterci una targa di marmo e fare una piccola cerimonia di inaugurazione? Certamente no, anche se la giornata del 20 marzo 2016 resta una tappa importante nel percorso di vita di Piazza Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, alle Piagge. Una piazza che non c’era, e che è stata voluta dalla Comunità proprio con quel nome, ricordo e omaggio a due giornalisti coraggiosi, uccisi mentre inseguivano la verità.

Da quel giorno, però, la piazza è rimasta tale e quale, quindi poco, come dire… “piazzosa”. Per capire cosa farne, come renderla più bella, vivibile e vissuta, da qualche mese si svolgono incontri al Centro sociale Il Pozzo, con l’aiuto di due architette esperte di percorsi partecipativi, Anna Lisa Pecoriello e Elena Barthel.

Per questo progetto è stato scelto collettivamente il nome “Apriti piazza!”, che è anche uno slogan che esprime perfettamente l’intento di creare un luogo che venga percepito e vissuto come un bene comune oltre che uno spazio pubblico.

Questa domenica 14 maggio la piazza debutta in società con una giornata di festa: “è il primo atto di un processo partecipativo che vogliamo allargare a tutto il quartiere – ci spiega Anna Lisa. Molti ancora non sanno nemmeno che la piazza esista, i suoi confini sono incerti e l’area è molto grande, comprendendo parte del prato che sta dietro al centro sociale. Domenica proveremo ad animare lo spazio con arredi temporanei, teli colorati, giochi per bambini, musica e altro… per simulare e anticipare l’uso e la funzione che potrà avere. Poi faremo insieme la perimetrazione: con il nastro da cantiere segneremo i margini della piazza, e su ogni paletto sarà attaccato uno dei manifestini preparati da Elena coi bambini delle Piagge, stampati uno per uno con un torchio a mano… e ci sarà anche un ospite speciale, The rope, una corda gigantesca che… è una sorpresa!”.

È in corso anche una raccolta firme per richiedere il sostegno dell’Autorità per la partecipazione della Regione Toscana e trovare così le risorse per un percorso partecipativo “ufficiale”. Questo passaggio è stato ritenuto indispensabile per riuscire a gestire tutto il progetto viste le dimensioni e la complessità degli interventi necessari.

La festa inizia alle 13 con un pranzo pic-nic (ma la pastasciutta è garantita per tutti), per cui bisogna portarsi dietro piatti e posate. Alle 15, azione collettiva di perimetrazione e appropriazione della nuova piazza Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. Tutto il pomeriggio a seguire festa, spettacoli, giochi, laboratori e improvvisazioni.

su Facebook https://www.facebook.com/apritipiazza/

(c.s.)

image_pdfimage_print

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi