Natale 2015, dalla Comunità delle Piagge un invito ad ascoltare il grido della terra e dei poveri

natale-piagge-2015

“Quante ferite sono impresse nella carne di tanti che non hanno più voce perché il loro grido si è affievolito e spento a causa dell’indifferenza dei popoli ricchi. Che il loro grido diventi il nostro e insieme possiamo spezzare la barriera di indifferenza che spesso regna sovrana per nascondere l’ipocrisia e l’egoismo”.

Così scrive Papa Francesco nell’annunciare il Giubileo e credo che questo Natale, dove Dio si fa incontro nella carne al grido del mondo, sia un’occasione per rompere questa coltre di indifferenza e rassegnazione che alberga nel nostro cuore, per restituire un sussulto di vita e di sogno alla nostra esistenza.

Di fronte all’immenso grido dei poveri e della terra, alle tante ferite nostre e del mondo, suonano davvero sterili e banali le parole di bontà che si vivono in questo tempo di festa; non bastano i soliti buoni propositi, il Natale ci ricorda che la parola si deve fare carne, che è giunto il momento di fare nostro questo grido e liberare la vita da tutte le indifferenze, le mediocrità e le ipocrisie che la abitano.

E allora il Natale ci invita ad impegnarci a vivere il Giubileo della Misericordia come Giubileo biblico di liberazione dei poveri e della terra, recuperando l’utopia concreta del Dio di Gesù di restituire la terra, liberare gli schiavi, rimettere i debiti.

Ricominciamo da qui tutti insieme… perché davvero Natale e Giubileo diventino occasione per ridare respiro di cambiamento, tenerezza di “carne”, sana inquietudine e gesti di pane alla nostra storia.

E allora Buon Natale giubilare di liberazione.

Alessandro Santoro e la Comunità delle Piagge

“Sia la strada al tuo fianco, il vento sempre alle tue spalle,che il sole splenda caldo sul tuo viso, e la pioggia cada dolce nei campi attorno e, finchè non ci incontreremo di nuovo, possa Dio proteggerti nel palmo della sua mano.” (Benedizione irlandese)

image_pdfimage_print

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi