Inceneritore, le mamme dicono no e l’11 aprile marciano in difesa della Piana

image_pdfimage_print

Un presidio, physician un incontro pubblico, un pranzo di finanziamento… e poi volantinaggi, gruppo e pagina Facebook: si sono organizzate e si fanno conoscere le “Mamme no inceneritore” di Firenze, decise a fermare la costruzione del nuovo impianto all’Osmannoro. Preoccupate delle conseguenze delle emissioni nocive per la salute dei propri figli, queste mamme – ma anche i babbi e chiunque condivida la causa è invitato a partecipare! – non si sono lasciate sopraffare dall’ansia e dalla rassegnazione.

Dopo un primo incontro a Febbraio, il gruppo si è ingrossato sull’onda dell’indignazione per i dati diffusi in quell’occasione: “Da una tonnellata di rifiuti bruciata esce una tonnellata di fumi, da 280 a 300 kg di ceneri solide, 30 kg di ceneri volanti, 650 kg di acqua sporca (da depurare) e 25 kg di gesso. Il 70% del materiale in ingresso bruciato viene quindi emesso nell’atmosfera sotto forma di gas, fumi e ceneri volanti che entreranno nelle alte e basse vie respiratorie e finiranno nel circolo sanguigno e da qui ad altri organi e tessuti del corpo. Non essendo il nostro organismo in grado di eliminare queste particelle inorganiche tramite il sistema immunitario si avrà un accumulo progressivo e irreversibile con malattie del polmone, cardiache (infarti) e cerebrali (Ictus)”.

Da qui l’infittirsi di occasioni di informazione e protesta, fino al pranzo del 15 marzo presso la Comunità delle Piagge, organizzato per finanziare la battaglia contro l’inceneritore. Battaglia che può ancora essere vinta, dato che al TAR della Toscana pende il ricorso presentato da WWF, Italia Nostra e Forum ambientalista, con l’apporto tecnico dell’associazione Medicina Democratica, per l’annullamento della delibera della Provincia di Firenze che ha approvato la valutazione di impatto ambientale (VIA) sull’inceneritore.

Prossimo appuntamento con le Mamme, e non solo con loro, l’11 aprile, per una grande manifestazione contro l’inceneritore e contro il nuovo aeroporto, per una mobilità diversa e per la nascita di un Parco della Piana.


 

marcia-pianaLa convocazione della manifestazione dell’11 aprile

NEI PROSSIMI MESI QUADRIFOGLIO – HERA (Q.THERMO) E AEROPORTO DI FIRENZE (ADF) VORREBBERO APRIRE I CANTIERI!

Fermiamo l’inceneritore di Case Passerini e tutti gli inceneritori, come quelli di Mentale e Baciacavallo, per dire SI alla strategia Rifiuti Zero, per differenziare, ridurre, recuperare, cambiare il modo di produrre/consumare le merci, per creare nella Piana un grande ”Distretto del riciclo e del riuso” con effetti positivi per nuova occupazione e nuove economie, per dire basta alla combustione dei rifiuti, ai danni per la salute e l’ambiente, alle spreco di risorse.

Fermiamo il nuovo aeroporto di Firenze per dire SI a collegamenti ferroviari veloci con lo scalo di Pisa e limitare l’attività del ‘attuale aeroporto di Peretola, già incompatibile con la vita delle popolazioni circostanti. La Piana Firenze-Prato-Pistoia non ha lo spazio per costruire un nuovo costoso aeroporto da 5 milioni di passeggeri all’anno: un grande affare per pochi che distruggerebbe le condizioni di vita delle popolazioni (rumori, inquinamento, danni alla salute, alterazione assetto idrogeologico), cancellerebbe le Oasi esistenti (già pagate con soldi pubblici) e il Parco della Piana, progettato da circa 20 anni per salvaguardare le aree verdi e le attività agricole, metterebbe a rischio il Polo Scientifico di Sesto F.ne, sarebbe incompatibile con le funzioni già realizzate e previste nell’area.

IL TERRITORIO È GIÀ SATURO DI INQUINAMENTI E VELENI!

Lotte, movimenti e comitati hanno costruito in questi anni nuovi legami solidali, veri e propri ”laboratori di concrete alternative” per una migliore qualità della vita e del lavoro, per un territorio vivibile. Abbiamo bisogno di:
– una diversa mobilità basata sul trasporto pubblico sostenibile e non di nuove impossibili autostrade che aumentano il traffico privato e la congestione delle città,
– un vero Parco centrale della Piana, cuore verde della nuova città metropolitana,
– fermare la cementificazione, il consumo di suolo e le grandi opere inutili e dannose, come la TAV, funzionali solo a potenti interessi economici, fonte di corruzione e di spreco del denaro pubblico,
– di acqua pubblica e non contaminata da amianto e altri veleni!

RIMETTIAMO AL CENTRO DEL NOSTRO FUTURO l DIRITTI BASILARI E l BENI COMUNI DELLE POPOLAZIONI, COME SALUTE, LAVORO, CASA, SCUOLA, SERVIZI SOCIALI. ABITANTI LAVORATORI STUDENTI, MOBILITIAMOCI IN PRIMA PERSONA SENZA DELEGARE NESSUNO! INSIEME È POSSIBILE FERMARE LE SCELTE DI GOVERNO, REGIONE E COMUNI! A TUTTE E TUTTI CHIEDIAMO IMPEGNO, PARTECIPAZIONE E COERENZA SUGLI OBBIETTIVI COMUNI.

Manifestazione 11 aprile 2015

CASA ROSSA OSMANNORO RITROV0 ORE 15.00 – INCENERITORE-AEROPORTO-REGIONE TOSCANA-PARCO S.DONATO ORE 18.00

PROMOTORI: Assemblea per la Piana contro le Nocività / Ass.Altra Agricoltura Toscana / Ass. Alleanza Beni Comuni Pistoia /Ass. Piazza della Vittoria / Ass. Rifiuti Zero Firenze / COBAS Confederazione Firenze / Collettivo di Scienze / Collettivo Scientifico Autorganizzato / Comitato N0 Aeroporto Campi Bisenzio / Comitato No Tunnel Tav Firenze / Comitato Oltre-Poggio a Caiano / Comitato Piazza Brunelleschi / Coordinamento Comitati della Piana / Coordinamento Comitati per la salute della Piana Prato e Pistoia / Coordinamento Toscano per il diritto alla Salute / CUB Firenze/FLC CGIL Firenze / Forum Toscano Movimenti per l’Acqua / Mamme N0 inceneritore /perUnaltracittà Firenze / Sesto Bene Comune / Una citta in Comune / Un’Altra Sesto è possibile / VAS Vita Ambiente Salute Onlus
Facebook EVENTO: “Manifestazione 11 Aprile N0 Inceneritori No Aeroporto Si Acqua Bene Comune”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi