Nidiaci, in corteo per un bene di tutti

image_pdfimage_print

C’era una volta un bene comune a San Frediano… potrebbe iniziare così la storia del Nidiaci, ieri giardino pubblico, ludoteca e spazio vivo e aperto del quartiere fiorentino, oggi proprietà privata con un futuro di cemento di lusso.

Sabato 10 gennaio alle 15.30 da piazza Tasso

Eppure, nel 1920 la Croce Rossa Americana, diretta da mr. Bartlett, quest’area l’aveva donata alla popolazione, con l’espressa clausola di mettere in piedi “un Ente, che, nel quartiere di San Frediano di questa Città, curi la istruzione e la educazione popolare, con speciale riguardo alla infanzia”. Di ciò si curò l’avvocato Nidiaci, ma i suoi discendenti con vari escamotage prima si sono intestati la proprietà e poi l’hanno venduta nel 2008 alla società “Amore e Psiche” (incredibile ma vero).

Da allora sono iniziati i problemi per la gente del quartiere, che, per chi non lo conoscesse, è uno dei più caratteristici del centro storico “diladdarno”, ma è praticamente privo di verde. Divieti di accesso, cancellate chiuse e poi riaperte, “concessioni” del proprietario all’uso temporaneo degli spazi, ecc.

Oggi il Nidiaci si trova a un bivio strano: da un lato la Regione Toscana ha finanziato il progetto Oltreverde, per la progettazione collettiva del giardino dove sono cresciute generazioni di sanfredianini; dall’altro il comune di Firenze sembra propenso ad un accordo con la proprietà, che restituirebbe uno spicchio di giardino e finanzierebbe con 275.000 euro la costruzione di un nuovo edificio dove ospitare una ludoteca, in cambio di una pietra sepolcrale su un secolo di storia di un bene pubblico. Questo in barba alle promesse fatte dall’ex vicesindaco Saccardi e dall’assessore Meucci sui vincoli da​ riaffermare​ nel nuovo regolamento urbanistico,  e alle recenti dichiarazioni del sindaco Nardella.
La decisione definitiva spetterà questa primavera al Consiglio Comunale.

Ecco perché domani pomeriggio “le genti” di San Frediano e Santo Spirito invitano tutti a scendere in piazza in difesa di un bene comune. Da Piazza Tasso partirà alle 15.30 un corteo colorato e festoso, ma ben deciso a non mollare l’osso.

Segnaliamo anche domenica 11 gennaio la presentazione del progetto Oltreverde, alle ore 10.00, presso la sala delle Leopoldine in Piazza Tasso, e la possibilità di esprimere la propria opinione sulla proposta di Amore e Psiche in un sondaggio dell’Autorità Regionale per la partecipazione. (cs)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi