L’inganno di Peretola. Scopri cosa si cela dietro la nuova pista dell’aeroporto

image_pdfimage_print

Tutto quello che avreste voluto sapere sul nuovo aeroporto di Peretola ma che vi hanno sempre impedito di sapere!” è questo il titolo della serata organizzata per il 23 settembre a Capalle dai cittadini di PianaSana.it, realtà nata per consentire uno sviluppo sostenibile al territorio martoriato da decenni di speculazioni tra Firenze, Prato e Pistoia.

Scrive PianaSana nel volantino di invito: “Forse non sai che la nuova pista dell’aeroporto è un enorme spreco di soldi pubblici per interessi privati e futura causa di inquinamento su vaste zone residenziali con relativo deprezzamento degli immobili privati e abbassamento della qualità della vita oltreché un enorme consumo di suolo”.

“La mancata tutela della salute e degli interessi dei cittadini” è al centro della denuncia di PianaSana che individuano nei “Sindaci fantocci” coloro che non tutelano le comunità di appartenenza in nessun modo e permettono ai dominanti – renziani e non solo – di investire in grandi opere inutili mentre si erodono gli investimenti nel trasporto pubblico locale, non si considera l’aumento del pericoloso rischio idrogeologico in tutta la Piana e si da’ poco rilievo all’importante Parco della Piana. Nel mirino anche la stampa che continua nella sua “disinformazione” sui reali effetti per il territorio fiorentino della nuova pista di Peretola.

Interverranno all’incontro, con inizio alle ore 21, Paolo Lombardi del Comitato Mente Locale della Piana; Maria Rita Signorini di Italia Nostra, un rappresentante del Comitato Nodo a Nord-Ovest di Peretola e Brozzi; il pilota civile Mario Vannucchi e Gianfranco Ciulli del Comitato per la salute della Piana Prato e Pistoia.

Per partecipare e capirne di più l’appuntamento è per il 23 settembre alle ore 21.00 presso il Teatro Parocchiale di Capalle, frazione di Campi Bisenzio, in Piazza Palagione.

Firma intanto la petizione online rivolta al Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi affinché lo Studio d’Impatto Ambientale del nuovo aeroporto sia indipendente e affidato ad un ente pubblico terzo, multidisciplinare, non locale, internazionalmente riconosciuto e di comprovata esperienza in studi simili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi