Microcredito contagioso, a Montelupo grazie a Mag Firenze nasce Micropoli

image_pdfimage_print

Il 3 aprile a Empoli è nata “Micropoli”, l’Associazione di microcredito collegata alla Mag Firenze, la cooperativa finanziaria nata alle Piagge che si pone come alternativa al sistema bancario in Italia.

Micropoli intende promuovere la cultura di un uso responsabile del denaro e favorire l’accesso al credito senza garanzie patrimoniali. Le uniche garanzie saranno di tipo relazionale: coloro che intenderanno richiedere un prestito dovranno diventare soci, partecipare alle assemblee e alle iniziative proposte, condividere i valori dell’Associazione. I prestiti saranno di piccola entità e riferiti a soggetti del territorio, le richieste saranno valutate secondo alcuni criteri stabiliti nel regolamento. L’idea base è che dal denaro non si può fare altro denaro e che questo va considerato come mero strumento di scambio non finalizzato all’accumulo e alla speculazione, quindi non verrà richiesto alcun tasso di interesse. La neonata Associazione dovrà ora costituire un piccolo capitale con il quale poter dare inizio ai prestiti, attraverso sottoscrizioni e altre iniziative. Dovrà anche lavorare alla stesura del regolamento attuativo, per stabilire criteri e modalità di lavoro.

Ma il primo passo è stato fatto, con la costituzione formale di Micropoli. Il 9 maggio la festa-incontro a Montelupo Fiorentino per presentare e festeggiare Micropoli in cui è stato proiettato un breve video del Fondo Etico e Sociale delle Piagge con esperienze di microcredito  da parte di alcuni dei soci fondatori. Dopo la cena condivisa, la serata si è conclusa con un intervento di Alessandro Santoro, prete delle Piagge a Firenze, che ha contribuito in modo determinante alla realizzazione della Mag Firenze.

Per saperne di più: www.magfirenze.it, micropoli2014@gmail.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi