Il tunnel Tav di Firenze è morto: ma la politica non lo sa. Sabato 22 convegno alle ex-Leopoldine

Il 22 marzo, search dalle ore 9.30 alle ore 13.00, viagra presso la sala delle ex Leopoldine (piazza Tasso 7) si terrà un convegno dedicato al tema del “Passante AV di Firenze”, pharmacy ovvero il progetto di sottoattraversamento della città da parte di una linea ferroviaria dedicata ai treni “alta velocità”. Promotori dell’incontro sono la Rete dei Comitati in Difesa del Territorio, Italia Nostra, l’Università di Firenze – DIDA – Dottorato di Ricerca (C. Progettazione Urbanistica) – LAPEI, il Comitato No Tunnel TAV Firenze.

Il convegno sarà in due parti: una prima parte in cui saranno sommariamente ricordate le principali criticità del progetto, illustrate delle possibili alternative di utilizzo della rete ferroviaria, mostrato come sia possibile aggiungere binari in superficie con interventi contenuti ed economici. Una seconda con una tavola rotonda in cui si confronteranno le possibili vie d’uscita da questo progetto. Questo momento di approfondimento e riflessione nasce dalla constatazione che l’idea del Passante sotterraneo è sostanzialmente morta.

  • i cantieri sono fermi da anni, si realizzano opere secondarie solo per finanziare la società costruttrice (Coopsette, che adesso si sta fondendo con Unieco in Unisette) che è in gravi condizioni economiche, reduce da un recente ricorso a concordato preventivo.
  • il problema delle terre di scavo, nonostante una legge fatta ad hoc, non sono assolutamente risolti e non si vede al momento alcuna soluzione.
  • la Magistratura ha bloccato i cantieri rilevando anomalie gravissime (truffa nelle forniture, materiali e macchinari difettosi), ipotizzando reati pesantissimi (corruzione, infiltrazioni della camorra, traffico di rifiuti). Le indagini hanno soprattutto dimostrato l’inaffidabilità di un progetto nato male e cresciuto peggio, mostrando la sostanziale irrealizzabilità dell’opera.

Le pesantissime criticità del progetto, denunciate da tempo da varie associazioni ambientaliste, ulteriormente evidenziate dall’inchiesta della magistratura, mostrano uno scenario in cui, nel migliore dei casi, si avrà uno stallo indefinito dei lavori; nel peggiore una ripresa temporanea e un successivo blocco dovuto all’emergere dirompente di tutti problemi irrisolti.
Per questi motivi gli organizzatori credono che il problema principale cui ci troviamo davanti sia trovare una via d’uscita da questo cul de sac tecnico e politico; da qui la proposta di questo convegno in cui si cominci a discutere seriamente come sciogliere il nodo che sta strangolando la città e mostrando l’ottusità di una politica senza coraggio, ancorata a vecchie idee pseudokeynesianie di grandi, inutili infrastrutture completamente scollegate dalla realtà.

Rete dei Comitati in Difesa del Territorio
Italia Nostra
Università di Firenze – DIDA – Dottorato di Ricerca (C. Progettazione Urbanistica) – LAPEI
Comitato No Tunnel TAV Firenze

338 3092948

*****

Sabato 22 marzo 2014
Sala ex Leopoldine
Piazza Torquato Tasso 7
, Firenze

Il Passante Alta Velocità di Firenze
Da un progetto insostenibile ad un modello innovativo

Modera Alberto Asor Rosa, Presidente della Rete dei Comitati per la Difesa del Territorio

ore 9.30
saluto degli organizzatori

Criticità, impatti e anomalie del progetto di Passante AV

  • Alberto Ziparo, urbanista, Università di Firenze
  • Massimo Perini, ingegnere geotecnico

Vantaggi, innovazione urbanistica e riutilizzo: il passaggio in superficie, Firenze Novella e l’uso metropolitano della ferrovia.

  • Vincenzo Abruzzo, ingegnere ferroviario
  • Giorgio Pizziolo, urbanista, Università di Firenze
  • Roberto Budini Gattai, architetto

ore 11.00
Tavola rotonda
presiede Alberto Asor Rosa

  • Teresa Crespellani, ingegnere, Università di Firenze
  • Alessandro Jaff, Presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Firenze
  • Fausto Ferruzza, Presidente Legambiente Toscana
  • Mariarita Signorini, Italia Nostra
  • Mauro Chessa, Ordine dei Geologi della Toscana
  • Alberto Magnaghi, Presidente Società dei Territorialisti
  • Enrico Rossi, Presidente Regione Toscana
  • Manlio Marchetta, urbanista, Università di Firenze

Sono stati invitati il Sindaco di Firenze Dario Nardella, il viceministro Riccardo Nencini, Confartigianato, Confindustria, Organizzazioni Sindacali

ore 13.00
conclusioni del gruppo di lavoro

image_pdfimage_print

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Continuando ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo. Grazie

Chiudi