download x men origins
  • Libro Lab.Dem.
  • Mappa
  • Progetto
  • Redazione
  • Scrivi anche tu!
  • Contatti
  • Agenzia di base & Calendario Piagge
  • Abbonamenti
  • Archivio cartaceo
  • Altracittà 2.0
  • Friends
  • Raccontare la periferia
  • Torna in teatro “La messa non è finita”. 8 e 10 maggio, per continuare il discorso

    Postato martedì 3 maggio 2011 e inserito in Piagge, Diritti. Puoi seguire i commenti a questo articolo attraverso i feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, o fare un trackback dal tuo sito.


    Torna in teatro lo spettacolo di Saverio Tommasi “La messa non è finita – processo per ‘smisurato amore’ a don Alessandro Santoro“.
    Il testo, scritto dallo stesso Tommasi in collaborazione con la Comunità di base delle Piagge, mette in scena in forma di processo il dramma di un sacerdote e della sua gente, che hanno subìto la forza del potere delle gerarchie cattoliche.

    Ma qual è il senso di queste due repliche, a distanza di quasi un anno dalla ‘prima’ al teatro Puccini?
    Dice Saverio: “E’ importante continuare a dibattere della vicenda del matrimonio fra Sandra e Fortunato, ma anche di cosa significa fare il ‘prete’, se fare il ‘prete’ significa qualcosa e cosa significa qui, alle Piagge. Inoltre, gli spettacoli serviranno a dare un respiro alle attività della Comunità, cui andrà l’intero incasso”.

    Per i più distratti, ricordiamo in due parole gli eventi: nell’ottobre del 2009 don Santoro celebra un matrimonio che non va giù alla Curia. La sposa, infatti, per loro non è ‘pienamente’ donna, a dispetto dell’intervento effettuato anni prima e malgrado il riconoscimento dello Stato italiano. Ne segue la punizione per il sacerdote, spedito in solitudine a meditare sui suoi errori. Da novembre 2009 per 5 mesi la Comunità resta orfana di Don Santoro, senza smettere di lavorare né di chiedere il suo ritorno. Fino al 25 aprile 2010, quando, tutto visto e considerato, il vescovo Betori concede ad Alessandro di tornare, sia pure ‘a tempo determinato’.

    In questo ultimo anno trascorso, cos’è cambiato nell’atteggiamento della Chiesa ufficiale verso le coppie ‘di nuovo tipo’ come Sandra e Fortunato, o verso le coppie di fatto, o le coppie omosessuali? Niente, ci sembra. Anzi, persino lo Stato, o almeno il Governo, pare incline a fare passi indietro, e si diffondono inquietanti atteggiamenti omofobici e retrogradi.

    La questione del resto è ancora più ampia, e riguarda le priorità del vivere come cristiani: vengono prima le regole degli uomini, o principi più alti di giustizia e di amore?
    Questo dilemma, per chi crede nel Vangelo o nei valori di cui è portatore, si ripresenta in molti incontri del nostro quotidiano: i mendicanti ‘molesti’, i ‘clandestini’, i musulmani che vogliono la moschea, i senza casa occupanti ‘abusivi’…

    Lo spettacolo di Tommasi è uno spunto di riflessione che va oltre la vicenda ‘nozze probite’ per parlare di accoglienza e resistenza, di ipocrisia, di una società complessa, del valore della disobbedienza.

    Vi invitiamo perciò a partecipare, ricordando anche che l’incasso va a sostegno delle attività della Comunità delle Piagge. In entrambe le repliche saranno presenti Alessandro Santoro e Sandra Alvino, la sposa ‘discussa’.

    I biglietti possono essere acquistati in prevendita presso EquAzione, la bottega equa e solidale della Comunità, in via Lombardia 1p, davanti al centro sociale il Pozzo, oppure direttamente in teatro il giorno dello spettacolo.

    >>> Domenica 8 maggio – ore 17:00 presso Teatro delle Spiagge, via del Pesciolino (sopra la Conad di via Pistoiese), Firenze
    Ingresso 8 euro.
    A seguire proiezione di “Compagni di viaggio“, di Umberto Benedetti e Stefano De Martin, video interviste a Don Luigi Verdi, Don Alessandro Santoro, Don Andrea Bigalli.

    >>> Martedì 10 maggio – ore 21:00 presso Teatro dell’Affratellamento, via G. Orsini, 73, Firenze
    Ingresso a offerta.


    Lascia un commento

    Galleria immagini